Consigli per la cura della barba

Come curare la tua barba e fare in modo che sia sempre impeccabile.

Prima di tutto, la prima cosa necessaria è la giusta igiene. La barba deve essere lavata regolarmente in quanto è terreno fertile per batteri che possono causare infezioni. In genere, bastano due/tre volte la settimana di lavaggio per non comprometterla troppo. È molto importante usare uno shampoo specifico o che non sia troppo aggressivo.

Utilizzare una spazzola è una cosa da far entrare nella propria routine: le sue molteplici funzioni sono fondamentali ed è il primo accessorio da acquistare.
Darle una sforbiciata ogni tanto le dà un aspetto sempre ordinato e visivamente bella. Poiché i peli tendono a crescere in maniera eterogenea, in alcune zone del viso la barba potrebbe facilmente infoltirsi, o al contrario avere una ricrescita piuttosto lenta, dandole un aspetto asimmetrico e un po’ trasandato.
Consiglio: se si rade regolarmente la zona sotto il collo a forma di U e la parte superiore delle guance, renderà sicuramente più semplice tenere la barba in ordine.
Una volta superati i primi step, è necessario dare uno sguardo ai prodotti da utilizzare: la scelta va fatta in base alle proprie esigenze e più prodotti si testano, più è semplice trovare una propria strada.
Lo shampoo: a differenza di quello per i capelli, lo shampoo per la barba ha una composizione molto più delicata ed è arricchita di sostanze che idratano e nutrono i peli. Sarebbe bene iniziare comunque da prodotti con ingredienti di origine naturale.
Insieme allo shampoo, l’olio da barba è sicuramente il re indiscusso per la sua cura. L’idratazione dei peli e della pelle sottostante sono processi necessari per il mantenimento della barba in perfetto stato.
Il balsamo, o altresì chiamato cera, non va confuso con i balsami classici che si usano per i capelli. Agisce come l’olio, ma la consistenza è solida ed è bene lavorarla un po’ prima di applicarla.
Sapone e crema da barba servono ad idratare e ammorbidire il pelo prima della rasatura: la qualità del prodotto è fondamentale e se si utilizza un buon pennello il risultato è garantito.
L’olio il re, la spazzola la regina: serve a pettinare e rimuovere impurità, distribuire gli oli e il sebo prodotto dalla pelle. La spazzola, al contrario del pettine, la si può usare già dai primi segni di crescita, mentre per il pettine servono almeno 3-5 cm di lunghezza.
Per quanto riguarda i rasoi, la scelta è totalmente personale. Il rasoio lo si utilizza soltanto per andare a definire delle zone sotto il collo e sopra le guance. Affidarsi al proprio gusto personale è l’unica strada da seguire.
Le forbici sono utili a mantenere la forma della barba. Imparare ad utilizzarle non è semplice e piuttosto si opta per andare direttamente dal barbiere per evitare errori.
Dire che l’alimentazione aiuta comunque a mantenere la barba in perfetto stato di salute è scontato, ma è bene rimarcare il concetto: ovviamente non esistono alimenti magici, ma seguire un’alimentazione varia ed equilibrata è sicuramente la scelta giusta.

TOP